Le nuove frontiere dell’incentive diventano… hot!

La gestione delle risorse umane, la motivazione e l’incentivazione rappresentano oggi degli aspetti organizzativi imprescindibili.
Da qui lo sforzo di aziende e consulenti nel trovare forme nuove e più accattivanti per coinvolgere i propri collaboratori.
Una filiale del colosso assicurativo tedesco Munich Re ha trovato una soluzione decisamente insolita.
Ha organizzato una serata presso il famoso Bagno Termale Gellert di Budapest per quasi un centinaio di consulenti aziendali.
Fin qua nulla di particolarmente bizzaro.
La “marcia in più” però l’ha data l’incentivo extra: la presenza di 20 escort appositamente ingaggiate per allietare la serata.
Un nutrito gruppo di signorine a disposizione dei partecipanti e “segmentate” in base alla classifica di merito dei collaboratori.
Racconta un testimone: “quelle con un braccialetto bianco  erano destinate ai manager ed ai migliori venditori”.
La notizia è stata confermata anche dall’azienda che con una nota ha comunicato che: “le nostre ricerche hanno accertato che una ventina di prostitute erano presenti durante una serata organizzata nel corso del soggiorno. Questa iniziativa costituisce una grave offesa alla linea della nostra società che non tollereremo”.

Annunci

3 risposte a “Le nuove frontiere dell’incentive diventano… hot!

  1. Poi dicono che l’Italia esporta poco…
    Io direi di cominciare a brevettare alcune situazioni tipicamente italiche e chiedere agli altri Stati le royalties per l’utilizzo.
    Vuoi vedere che il PIL decolla?

  2. Scusate ma, onestamente, di “nuovo” in questa notizia trovo solo l’uso del termine escort rispetto a quello usato una volta. Io opero in un settore, quello dell’IT qui in Italia, non certo crogiolo di ricchezze e potere ma tuttavia già dopo i primi anni di mestiere ero a conoscenza di “prassi” del genere. Famosa ad esempio fu una conferenza americana in cui un vendor oltre al viaggio offrì ai giornalisti (!!!) la allora cosìddetta “seconda coperta”.
    PS: è così anche all’estero solo che li le case non sono state chiuse e quindi queste passi non meritano l’attenzione dei media.
    PPS: quanto sopra esposto non esprime la mia idea sulla prassi di per sè ma voleva essere solo una constatazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...