Sito internet tutto compreso a 500 euro. Dov’è la fregatura?

L’altro giorno, tra le decine di mail promozionali che si ricevono quotidianamente, una mi ha colpito particolarmente.
Campeggiava una scritta molto persuasiva: sito completo a 500 euro tutto compreso.
Colpito da una proposta commerciale così dirompente ho letto il testo.
Il primo pensiero che ho fatto: “ok, slogan forte. Centrato su un prezzo impossibile in modo da catturare l’attenzione e invogliare a leggere il resto. Bravi ci siete riusciti. Leggo il resto. Alla fine la leva di prezzo ha sempre il suo appeal immediato”.
La certezza era comunque che il prezzo proposto fosse “ingannevole”.
Continuando la lettura ho trovato un elenco dei servizi compresi nei 500 euro: progettazione grafica, piattaforma cms, data entry, hosting, caselle di posta.
A sorpresa si aggiungeva sorpresa: la proposta non proveniva dal solito “sottoscalaro” ma da un’agenzia (da verificare la reale strutturazione) di Milano dove notoriamente il posizionamento di prezzo dei servizi di comunicazione è più alto rispetto al Veneto.
A quel punto la curiosità si è trasformata in un misto di scetticismo e incazzatura.
Mi sono detto: “o c’è una fregatura o questi ammazzano il mercato”.

La prima risposta che mi sono dato è stata legata alla personalizzazione nulla del sito, ovvero l’agenzia utilizza un template grafico e una piattaforma unica per tutti semplicemente cambiando qualche colore e il marchio. Ma a cosa serve un sito così?
La seconda opzione è stata quella del prezzo civetta: mi invogli a contattarti poi una volta agganciato si sommano alla proposta base tutta una serie di optional obbligatori che fanno lievitare il consuntivo.
L’ipotesi più pragmatica l’ha suggerita una mia collaboratrice: “è un errore di battitura, si sono dimenticati uno zero”.

Studiare una strutturazione di sito realmente funzionale alle peculiarità dell’azienda (mercati, target, prodotti, strategie, etc.) richiede competenze trasversali, conoscenza ed esperienza.
Le stesse cose servono per tradurre quest’analisi in un progetto reale (grafica, tone of voice, strutturazione contenuti, etc.)
A queste si aggiungono poi le competenze tecnico-informatiche specifiche per programmare il sito. Un sito realmente costruito sulle esigenze del cliente.
Resta evidente che la cifra rilanciata dalla mail può coprire una minima parte della sola analisi preliminare.

A questo punto mi domando (e lo domando a voi). Può un sito internet costare 500 euro?

Annunci

8 risposte a “Sito internet tutto compreso a 500 euro. Dov’è la fregatura?

  1. Personalmente quando un prezzo è troppo basso io mi faccio delle domande….è vero che il prezzo ha il suo appeal, ma in alcuni casi presentarsi con un prezzo troppo allettante potrebbe anche essere controproducente, soprattutto di questi tempi…..

  2. Riprendo il discorso di Donatella.
    Se trovate in una bancarella del mercato una giacca di Armani a 100 euro cosa pensate?

    1. Che affare, la compro subito
    2. 100 euro restano sempre troppi per una giacca
    3. È un tarocco

  3. Mah, credo che questo tipo di “offerte” vada inquadrato sul target di utenti potenziali a cui si rivolge. Per una ditta di termoidraulica, ad es., un template std che ne elenchi i servizi e una banale fotogallery delle realizzazioni può risultare sufficiente per dire di “esistere” sul web.

  4. A mio avviso, si tratta proprio di una scusa per agganciare clienti, personalmente per esperienza, il prezzo non può essere calcolato in base al compratore, altrimenti nella crisi ci siamo messi da soli, personalmente se io vado da gucci, non mi fanno uno sconto, forse mi invitano ad uscire, ma se da gucci invece, ci va una persona molto ricca, sono sicura che fanno pure lo sconto, quindi perfavore non roviniamoci tra colleghi, o meglio tra grafici, ma cerchiamo di aiutarci…

  5. sarei proprio curiosa di sapere dove sta la fregatura, peggio delle mail di spam dove hai vinto soldi, ma devi pagare per andare a prenderteli…
    ciao ciao

  6. Mi piacerebbe provare a chiedere dei preventivi e valutare tutte le carattestiche non solo il prezzo finale.
    Perchè cari amici, i preventivi vanno consultati riga per riga, non solo la cifra finale, per poi lamentarsi.

  7. Ma non sempre però i prezzi bassi sono sinonimo di fregature io ho comprato dei volantini sul sito volantiniweb.it, dove dicevano prezzo tutto compreso ed il prezzo era altamente alettante, beh è andato tutto bene e merce ottima…… quindi non sempre prezzo basso=fregatura

  8. Ciao a tutti,
    anche io mi occupo di siti internet e propongo progetti completi a 500 euro (mi riferisco ad un sito semplice, senza l’utilizzo di database o lo gestione dei contenuti direttamente online).
    non uso template e la grafica è sempre studiata ad hoc per ogni lavoro, ma ovviamente per poter tenere un prezzo competitivo (cosa che la maggior parte dei clienti richiede in questo periodo) è necessaria una collaborazione anche da parte del cliente stesso…
    in questo tipo di lavori infatti, una volta impostata la grafica e impaginato il tutto, il lavoro più grande è l’inserimento del materiale; se il cliente fornisce già tutta la documentazione da inserire, per lo sviluppatore rimane solo da fare un “copia e incolla” e caricare le pagine!
    in un paio di settimane si riesce a fare tutto se non ci sono intoppi.
    ovviamente però prima di dire che il prezzo finale sarà di 500 € è sempre meglio sentire quali sono le aspettative del cliente e quindi ragionarci insieme per trovare il compromesso migliore, magari spendendo qualcosa di più…

    Matteo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...